Progetti

Batteria lifepo4

In questo articolo andremo a vedere come si assembla una batteria lifepo4 litio per fotovoltaico in maniera quasi professionale, “quasi” perchè si può sempre migliorare !

Il progetto è partito dall’idea di utilizzare un bms innovativo che offrisse diverse soluzioni in termini di cablaggio elettrico ed eliminare il polo negativo che passa al suo interno P- e B-, infatti il bms che ho utilizzato non prevede poli P- e B-

IL cuore della batteria è Lei:

BMS ELERIX CPM

Ovviamente per iniziare questo progetto ho dovuto stravolgere la vecchia conformazione della batteria lifepo4 fatta con il classico BMS Daly da 300A

Vecchio Box Lifepo4
Bms daly che utilizzavo prima

La prima cosa che ho realizzato è il nuovo Box che ospiterà le celle LIFEPO4 e la nuova elettronica di comando

nuovo box vista laterale
particolare della coibentazione
retro della batteria

La caratteristica di questo nuovo box è quella di tenere la Batteria lifepo4 a temperatura controllata, al riparo dal freddo invernale. Al suo interno le litio troveranno un ambiente accogliente a circa 17°C dove che permette di lavorare in maniera ottimale sia in carica che in scarica. Questo è stato possibile grazie all’utilizzo di una resistenza elettrica anticondensa di circa 50Watt e un termostato di controllo.

resistenza anticondensa da 50W
Termostato di controllo temperatura box

Al suo interno potete notare il PVC espanso in classe A1 resistente al fuoco, che svolge il compito di isolare il box dall’umidità.

PVC espanso per coibentazione

Il box è stato verniciato, prima con il primer da fondo bianco della SIGMA https://www.sigmacoatings.it/

Primer di fondo bianco

dopo la sua asciugatura, è stata applicata una vernice all’acqua bianca opaca come potete vedere in foto qui sotto:

vernice bianca opaca

Dopo la sua asciugatura mi sono dedicato alle rifiniture del box.

La parete trasparente in plexiglass servirà per controllare visivamente lo stato dell’elettronica al suo interno.

Quasi ultimato il box della batteria lifepo4, mi sono potuto dedicare alla cura delle celle con tutta l’elettronica di gestione.

Nella foto 1 si vede il pacco batterie già compresso con le piastre in polietilene di 2cm bianco di cui ti lascio il link: https://amzn.to/3C4zixQ

foto 1
foto 2
foto 3

Nella foto 2 e 3 si vedono i due bilanciatori attivi che ho installato, la scheda PCB che ho realizzato per le gestione di tutti i fili elettrici della batteria .

Per maggiori info sulla realizzazione della PCB visita il seguente articolo del mio blog : https://www.ilnostroamicosole.it/wp-admin/post.php?post=959&action=edit

La fase successiva è stata il cablaggio elettrico di tutti i componenti principali presenti in batteria:

BMS, smartshunt victron, bilanciatori attivi, interruttori e fusibili di protezione ecc….. come da foto che seguono:

Per cablare a regola d’arte la batteria lifepo4 consiglio vivamente di utilizzare i puntalini per i fili elettrici con apposita crimpatrice manuale e quella idraulica per capicorda grossi:

oppure quella universale crimpatrice idraulica

come ovviamente i cavi da 50mmq che arrivano ai poli principali della batteria lifepo4

Inoltre il BMS ha la possibilità di avere i tasti di Avvio – Stop e Reset sul pannello della batteria come puoi vedere in foto:

Pulsanti start stop e reset

Qui di seguito ti lascerò alcuni link dei prodotti utilizzati per realizzare la batteria:

Ovviamente Tutto il processo di realizzazione della batteria lifepo4 è spiegato in diversi video presenti all’interno del mio canale YouTube:

1° Puntata : https://youtu.be/p8tSxauzrPk

2° Puntata: https://youtu.be/TYeA6v_2nHI

3° Puntata: https://youtu.be/LpEUpJC2x-4

4° Puntata: https://youtu.be/ISn-Edv-5Hs

5° Puntata: https://youtu.be/GY4MD-_m6C0

6° Puntata: https://youtu.be/QTw3Tw1PkuU

E infine la tanto attesa conclusione dei lavori con la presentazione completa del nuovo progetto:

Parte finale

Per chi fosse interessato ho realizzato anche un video dove parlo di questo BMS e delle sue funzioni principali

Link video : https://youtu.be/33EP7zvomKU

Per sganciare la batteria il BMS lancerà un impulso elettrico sulla bobina a lancio, come puoi vedere dal video qui sotto:

Inoltre la batteria è dotata di un LCD dove si possono leggere i dati principali della batteria, come puoi vedere dalla foto qui sotto:

Multimetro digitale

La nuova batteria

16 Replies to “Batteria lifepo4”

  1. Francesco 2 anni ago

    Vedere questo lavoro fatto con cura -impegno- precisione e tanta sicurezza, fai venire la voglia di inoltrarsi in questo progetto anche alle persone che di elettronica-elettricità ne capiscono poco, coscienti di trovare sicuramente un professionista come tè ad aiutarli al piccolo ostacolo. Complimenti

  2. quanto ti é costato lo sdoganamento delle 16 baterie?

    1. Ciao se chiedi al venditore ALIBABA consegna DPD lo sdoganamento e già pagato da lui

    2. Salvo Corso 2 anni ago

      Con la consegna DDP é già tutto incluso

  3. alessio 2 anni ago

    Complimenti per il lavoro svolto e la meticolosità

    1. Salvo Corso 2 anni ago

      grazie per i complimenti.. sempre ben accettati..

  4. Ottimo lavoro. Quindi con 16 batterie lifepo4 3.2v si ha un accumulo di 24 kw?

    1. Salvo Corso 2 anni ago

      Si ha un accumulo da 14 kw con 16 celle da3,2 V 280Ah

  5. Alberto 2 anni ago

    Ciao. Hai lo schema elettrico completo del Box batteria LiFePO4 ultima versione? Dai video non sono riuscito a capire bene i collegamenti di alcune apparecchiature. Complimenti per i tuoi video e grazie per il grande lavoro che fai

    1. Salvo Corso 2 anni ago

      lo schema è disponibile nella pagina degli schemi dl blog

  6. Roberto 2 anni ago

    ciao
    Che tipo di display hai usato?…non riesco a trovarlo nelle descrizioni.

    Interessante la creazione della scheda PCB…mi piace un sacco…se ne volessi una?

    1. Roberto 2 anni ago

      trovato il tuo display, bastava cercare meglio 🙂

      Per la scheda PCB rimango in attesa

      grazie

      1. Salvo Corso 2 anni ago

        Ciao Roberto la PCB la vendo io personalmente. Ti chiedo di mandarmi email per questo.
        Ilnostroamicosole@gmail.com

  7. Gianluigi Berrone 1 anno ago

    Complimenti per lo splendido lavoro e soprattutto per la condivisione di tantissime preziose info. Una domanda: perché due bilanciatori attivi invece di uno solo? Per avere ridondanza se uno dovesse guastarsi?

    1. Salvo Corso 1 anno ago

      Per avere più velocità nel bilanciamento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This field is required.

This field is required.